iten

PILLOLE DI WOPART 2017. Banksy, Grannies, 2006

  redazione   Set 04, 2017   Artisti, Blog   Commenti disabilitati su PILLOLE DI WOPART 2017. Banksy, Grannies, 2006
Banksy a WopArt 2017, courtesy of Artrust

Banksy a WopArt 2017, courtesy of Artrust

Una parete completamente rosa, due nonnine intente a lavorare a maglia. Due maglioni che prendono forma con due scritte ricamate sopra: “Punksnot dead” -titolo del primo album del gruppo punk inglese The Exploited- e “Thug For Life”, brano del compianto rapper 2Pac. Due nonne punk sedute su comode poltrone soddisfatte della propria creazione. Sono le “Grannies” di Banksy messe all’opera dall’artista britannico con la sua consueta pungente ironia. Correva l’anno 2006. Top price dell’anonimo artista (Bristol, 1974?) per un’opera serigrafica è una “Kate Moss” del 2005 battuta all’asta da Bonhams Londra nel febbraio 2008 a 157.704 dollari. Top price assoluto un dipinto a spray del 2007 “Keep it spotless”, aggiudicato da Sotheby’s New York nel 2008 per 1.870.000 dollari. Accanto a questi la galleria Artrust SA di Melano presenterà a WopArt 2017 una selezione di opere che va dall’espressionismo astratto del gruppo CO.BR.A, con i segni potenti e primitivi di Jorn, Appel e Lindstrom, alle linee surrealiste e astratte di Miró. Opere, anche molto diverse tra loro, accomunate, oltre che dal supporto cartaceo, anche da una certa potenza visiva, nelle quali il colore è l’indiscusso protagonista.

Comments are closed.

Facebook IconTwitter IconVisita la nostra pagina Instagram